Seguici su acebook facebook Cerca nel sito:

Le ricerche di Gerona 2005

(08-08-2017) Coronaropatie, predisposizione genetica a calcemia più elevata aumenta il rischio



Secondo uno studio pubblicato su Jama, una predisposizione genetica a livelli di calcio più elevati nel sangue risulta associata a un aumento del rischio di coronaropatie e attacco cardiaco. «I valori di calcio nel sangue sono stati associati a malattie cardiovascolari in studi osservazionali e alcune prove derivanti da studi clinici randomizzati indicano che l'assunzione di integratori di calcio, che causano un aumento della calcemia, può far salire il rischio di eventi cardiovascolari in particolare dell'infarto miocardico. Da un altro punto di vista, però, il calcio ha un ruolo fondamentale in molti processi biologici del corpo come la coagulazione» spiega Susanna Larsson, del Karolinska Institutet di Stoccolma, autrice principale dello studio. Per esaminare l'associazione tra calcio nel sangue e rischio di coronaropatia e infarto i ricercatori hanno applicato un metodo di analisi che sfrutta le informazioni genetiche noto come randomizzazione mendeliana. Questa metodica consiste nell'uso di varianti genetiche che hanno una specifica influenza su possibili fattori di rischio per valutare le associazioni con esiti espliciti. L'analisi ha incluso 184.305 individui, tra cui 60.801 casi di coronaropatia (circa 70% di questi con infarto miocardico) e 123.504 controlli e sei varianti genetiche correlate ai livelli di calcio sierico, con dati al basale raccolti dal 1948 e popolazioni da tutto il mondo.

I ricercatori hanno scoperto che una predisposizione genetica a livelli di calcio più elevati era associata a un aumento del rischio di coronaropatia e attacco di cuore. «Ancora non abbiamo la possibilità di dire se il rischio di coronaropatia associato all'esposizione genetica a vita a livelli di calcio sierici più elevati possa essere tradotto in un rischio associato a integrazione di calcio a breve o medio termine» affermano gli autori. I ricercatori, inoltre, sottolineano alcune limitazioni dello studio, tra cui il fatto che l'affidabilità dei risultati di uno studio mendeliano di esposizione dipende da tre ipotesi chiave che potrebbero essere state violate dalla stratificazione della popolazione, dalla canalizzazione, dalla pleiotropia e dal linkage disequilibrium.

Jama 2017. doi: 10.1001 / jama.2017.8981

Fonte: doctornews33

News

  • (15-12-2017) The health of your gut microbiome could predict your risk of heart disease, researchers find

    Leggi tutto

  • (15-12-2017) Le cellule del colon proliferano con l’obesità

    Leggi tutto

  • (15-12-2017) Healthy gut bacteria can protect you from just about ANY age-related disease, new study finds

    Leggi tutto

  • (15-12-2017) Donne in menopausa: i benefici dell’acqua gassata

    Leggi tutto

  • (14-12-2017) The effects of dietary protein intake on appendicular lean mass and muscle function in elderly men: a 10-wk randomized controlled trial.

    Leggi tutto

  • (14-12-2017) FDA torna indietro su benefici cardiaci delle proteine della soia

    Leggi tutto

  • (14-12-2017) A high-glycemic diet is associated with cerebral amyloid burden in cognitively normal older adults.

    Leggi tutto

  • (14-12-2017) Tè verde e tè nero in aiuto per perdere peso

    Leggi tutto

  • (13-12-2017) Breast milk the new CANCER cure? Scientists discover tumor-destroying molecules with astonishing properties

    Leggi tutto

  • (13-12-2017) Pressione alta: il rischio si riduce facendo spesso la sauna

    Leggi tutto

  • (13-12-2017) The brain and immune system prompt energy shortage in chronic inflammation and ageing.

    Leggi tutto

  • (13-12-2017) Ragazzini, già obesi e ossidati

    Leggi tutto

  • (12-12-2017) Nutrients in apples and grapes found to increase stamina

    Leggi tutto

  • (12-12-2017) Cancro al colon: attività fisica intensa rilascia molecola preventiva

    Leggi tutto

  • (12-12-2017) Association Between Adipokines Levels with Inflammatory Bowel Disease (IBD): Systematic Reviews.

    Leggi tutto

  • (11-12-2017) Anche in giovane età il rischio di morte è molto maggiore in presenza di diabete

    Leggi tutto

  • (11-12-2017) Sugar industry sponsorship of germ-free rodent studies linking sucrose to hyperlipidemia and cancer: An historical analysis of internal documents

    Leggi tutto

  • (11-12-2017) Diabete e obesità: in un anno hanno provocato 800.000 nuovi casi di tumore

    Leggi tutto

  • (11-12-2017) Vitamin D Deficiency

    Leggi tutto

  • (10-12-2017) Malattie infiammatorie intestinali. Forte legame con l’industrializzazione

    Leggi tutto

  • (10-12-2017) Circulating vitamin D concentration and age-related macular degeneration: Systematic review and meta-analysis

    Leggi tutto

  • (10-12-2017) Cuore a rischio per troppo zucchero

    Leggi tutto

  • (10-12-2017)n Memory and sleep: Researchers finally discover why getting sufficient sleep dramatically boosts brain performance

    Leggi tutto


In evidenza

"L'informazione presente nel sito serve a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente."

Per coloro che hanno problemi di salute si consiglia di consultare sempre il proprio medico curante.

Informazioni utili