Seguici su acebook facebook Cerca nel sito:

Soci onorari

Nato a Brescia il 14 Giugno 1950.
Da Calciatore
In serie A ha giocato in tutto 8 partite con la maglia del Brescia. E' però considerato un autentico veterano della serie B, categoria nella quale ha disputato 594 partite da terzino a poi da libero sul finire di carriera. Ha militato nella Sambenedettese dal 1978 al 1987 e nella squadra bresciana dell'Ospitaletto.
Da Allenatore
Inizia come allenatore proprio nel Brescia, dirigendone le giovanili nel 1988. Nella sua carriera ha guidato la Salerntana, il Genoa, il Verona, la Sampdoria ed il Piacenza. Attualmente allena l'Empoli che milita nella massima serie con la quale ha ottenuto il record di salvezze consecutive, punti, vittorie e la qualificazione alla coppa UEFA per la prima volta nella storia del club.
Nel 2000 conosce il Dott. Aronne Romano che lo ha introdotto alla Zona, da quel momento in poi decide di far applicare l'alimentazione Zona in tutti i ritiri pre-campionato.
E' stato il primo allenatore, della serie A, che ha creduto e sperimentato, con ottimi risultati, a questo regime nutrizionale.
Benvenuto Cestaro, laureato in Scienze Biologiche all' Università degli Studi di Milano nel 1970. Nel 1970 inizia la sua attività di ricerca presso il Dipartimento di Chimica e Biochimica Medica, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Milano. Dal luglio 1986 è titolare della cattedra di Chimica Biologica della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Milano. Dal 1989 al 2001 e dal 2004 a tutt'oggi Direttore della Scuola di Specialità in Scienze dell'Alimentazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Milano. Gli ambiti principali dell'attività di ricerca riguardano le proprietà fisico-chimiche e bio-funzionali delle membrane cellulari, lo stress ossidativo, i meccanismi molecolari di lipoperossidazione che sono alla base dei processi fisiopatologici dell'invecchiamento e della patogenesi delle principali malattie dismetaboliche, l'azione preventiva esercitata dai nutrienti essenziali e da trattamenti dietoterapici nei confronti dell'invecchiamento e delle principali malattie dismetaboliche. E' affiliato alle seguenti società scientifiche: Società Italiana di Biochimica e Società Italiana di Nutrizione Umana. E' autore di oltre 200 pubblicazioni pubblicate su riviste nazionali ed internazionali.
GIOVANNI BALLARINI, nato nel 1927 e laureato a Bologna nel 1949, dal 1950 al 1953 è stato docente presso L'Università di Camerino (Ancona) e dal 1953 al 2003 stato Professore dell'Università degli Studi di Parma, della quale dal 2004 è Professore Emerito. Preside di Facoltà per due mandati, ha ricoperto diverse cariche accademiche. Dottore Hono-ris Causa dell'Università Aristotiles di Atene, è stato insignito di Diploma di Medaglia d'oro ai Benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte del Ministero della Pubblica Istruzione della Repubblica Italiana e dell'Ordre du Mèrite Agricole della Repubblica Francese. Anche in collaborazione con numerosi allievi, diversi dei quali sono arrivati a ricoprire cattedre uni-versitarie, ha svolto un'intensa ricerca scientifica, raggiungendo importanti ed originali risultati, documentati da oltre 900 pubblicazioni e numerosi libri. Nella sua ricerca universitaria si è occupato di malattie degli animali, di storia delle malattie e del ruolo che gli alimenti d'origine animale hanno nell'alimentazione umana, anche in una prospettiva evoluzionista. Membro di commissioni della Repubblica Italiana e dell Unione Europea e pubblico amministratore. In questi ultimi venticinque anni si è intensamente occupato sia della sicurezza sia della qualità degli alimenti. Dal 2000 è Presidente della Stazione Sperimentale Industrie Conserve Alimentari (SSICA) sotto il controllo del Ministero delle Attività Produttive.
Socio di numerose società italiane e straniere è anche socio ordinario dell'Accademia Nazionale di Agricoltura e dell'Accademia Alimentare Italiana. Premio Scanno Università di Teramo per l'Alimentazione (2005), Premio Ago d'Argento 2006. Negli ultimi venti anni ha sviluppato una ricerca originale sugli aspetti antropologici dell'alimentazione umana (Antropologia Alimentare), in tutte le sue diverse sfaccettature e complessi rapporti con la società, l'economia
ed in modo particolare la salute.. Attualmente svolge attività didattica presso il Corso di Laurea triennale in Scienze Gastronomi-che della Università di Parma e presso due Master. E' docente presso la Scuola Internazionale di Cucina Italiana con sede a Colorno (Parma) ed ha svolto attività didattiche presso diverse Scuole Alberghiere. Ha collaborato con quotidiani quali Corriere Salute (Corriere della Sera), attualmente collabora con giornali e riviste, tra le quali Civiltà della Tavola, Rivista dell'Accademia Italiana della Cucina. Ha partecipato e partecipa a numerose trasmissioni televisive.
nato a Fucecchio (Pisa) il 15 Agosto 1960. Laureatosi in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Pisa nel 1990 ove nel 1994 ha conseguito la Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo. E' autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali. Attualmente :
- Responsabile dell' U.O. di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo dell'Istituto di Ricerche Cliniche Ecomedica in Empoli e della Sua Sezione Distaccata a Reggio Calabria situata presso il Centro Diagnostico Poliambulatoriale I.de.A .
- Professore (a.c) al Master di II livello in Psicologia Clinica presso l'Università degli Studi di Parma dove tiene periodicamente Seminari e Lezioni sugli Aspetti Psiconeuroendocrini delle varie patologie in particolare per quello che riguarda l'Obesità ed i Disturbi della Condotta Alimentare.
- Docente e Cultore della Materia in Psiconeuroendocrinologia presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Parma
- Docente all'Università di Parma per il Corso di Perfezionamento in "Psicologia Clinica : Approccio Multidimensionale e Applicazione in ambito riabilitativo e per la valutazione del trattamento "
- Docente all'Università di Parma per il Master di II° Livello: "Promozione Tutela e Management della Salute e dell'Educazione Alimentare in Età Evolutiva" della Facoltà di medicina e Chirurgia
- Docente e Membro del Consiglio di Amministrazione del Master Universitario di II°livello in "Psicologia Clinica valutazione e counseling centrato sulla persona"
- Consigliere Nazionale della Società Italiana Alimentazione e Sport
- Consulente per l'Endocrinologia della Nazionale Italiana di Calcio per i Campionati Mondiali del 2006 in Germania
- Consulente per l'Endocrinologia e le Valutazioni Morfo-Funzionali della Juventus F.C. di Torino .

Studi Empoli - Reggio Calabria - Roma
Tel. 0571.700391 - 3486501027
sito web : www.endocrinologo.org
e-mail info@fabrizioangelini.it

News

  • (20-06-2018) Eating more fruits and vegetables builds stronger bones

    Leggi tutto

  • (20-06-2018) Cancro al seno. Il 70% delle donne con tumore in fase iniziale può evitare la chemioterapia

    Leggi tutto

  • (20-06-2018) More drug than food? What you need to know about high-fructose corn syrup

    Leggi tutto

  • (20-06-2018) Correre la maratona può essere pericoloso per i reni

    Leggi tutto

  • (19-06-2018) Explaining the science on why wheat consumption leads to psychiatric conditions like schizophrenia

    Leggi tutto

  • (19-06-2018) Dopo ictus, rischio a lungo termine di eventi successivi per giovani donne

    Leggi tutto

  • (19-06-2018) Here’s why you should avoid a high-carb diet if you have cancer

    Leggi tutto

  • (19-06-2018) Svolgere un lavoro stressante si associa a un aumento del rischio di ictus

    Leggi tutto

  • (18-06-2018) Just walking 150 minutes per week significantly lowers your risk of depression

    Leggi tutto

  • (18-06-2018) La terapia cognitivo-comportamentale migliora l'insonnia da dolore cronico

    Leggi tutto

  • (18-06-2018) A protein found in fish could prevent Parkinson’s disease

    Leggi tutto


Editoriali

  • (09-02-2017) Per i soci Capitolo di Loren Cordain e Boyd Eaton

    Leggi tutto


In evidenza

"L'informazione presente nel sito serve a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente."

Per coloro che hanno problemi di salute si consiglia di consultare sempre il proprio medico curante.

Informazioni utili